Incipit e dimensioni – 2019

Unità di apprendimento: “Mi Presento e Ti Presento” 2018 – 2020 Italia, Israele, Palestina, Giordania. Utilizzando un testo di presentazione predisposto, la registrazione delle scelte operate dagli studenti mette in evidenza i dati di frequenza e priorità degli “incipit” indicati in relazione con gli atteggiamenti di autostima, senso del dovere, cura delle relazioni, aspettative “dimensioni”, riferite a s e stessi e al compagno presentato. La lettura dei dati approfondisce il profilo formativo favorendo l’aumento di consapevolezza del rapporto tra identità e alterità e la modificabilità nell’orientamento delle scelte che dipendono da se stessi. Per l’insegnante è uno strumento che contribuisce alla valutazione. La scelta di presentare i testi e i dati all’interno di un’occasione comunicativa relazionale locale ed estera favorisce la riflessione condivisa.

Il Differenziale semantico – 2017

Unità di apprendimento: “LUI e IO” 2017 – Dopo la scrittura individuale di un testo narrativo a due protagonisti con un problema in comune e il vincolo di una conclusione win win, la registrazione del differenziale semantico nelle scelte operate dagli studenti, in entrata e in uscita, mette in evidenza le modificazioni avvenute sia per il tema al centro della ricerca (“Straniero”) sia per il tema di controllo (“Dono”). La lettura dei dati aiuta a riflettere sulla dipendenza da modelli e/o convinzioni guidate da fattori esterni. L’area individuata è la riflessione sui cambiamenti personali e collettivi avvenuti e sui motivi attribuiti al cambiamento.

I risultati motivano la scelta successiva di impostare l’apprendimento come ricerca-azione, valorizzando il contributo dell’innovazione didattica.

Frequenza degli incipit – 1999

Unità di apprendimento: “I miei compagni lontani ed io” – Data una lista di «incipit» nella quale scegliere e completare alcune frasi per scrivere di se stessi, la registrazione delle scelte operate degli studenti mette in evidenza la frequenza delle risposte preferite rispetto a ciascun argomento e consente di osservare sul totale delle preferenze della classe, le aree di lavoro in cui intervenire negli anni successivi. L’area individuata è la conoscenza e la riflessione sulla propria identità personale famigliare sociale.

I risultati motivano la scelta di coinvolgere le scuole in Italia e all’estero in modo sistematico attraverso lo scambio di strumenti metodologici didattici predisposti e condivisi nei diversi contesti cognitivi e relazionali.